Analizzatore di carica per laboratorio ECA 2100

Descrizione del sistema

L’analizzatore di carica per laboratorio ECA 2100 misura in modo accurato la carica colloidale e ionica della parte umida di un processo utilizzando il principio della “streaming current”  ( carica elettrocinetica ), che è comparabile al potenziale zeta. La domanda di carica è determinata attraverso una triturazione di polielettrolita al punto isoelettrico, manualmente o utilizzando un tritatore automatico.

Analizzatore di carica in linea ECT 9800

Descrizione del sistema

Lo strumento incorpora la tecnologia della streaming current per fare una misura della carica elettrocinetica (ionica & colloidale) utilizzando un campione ottenuto da diversi punti all’interno del processo . Il campione del misuratore di carica in linea è titolato con un polimero con un basso peso molecolare che ha una carica opposta per neutralizzare la carica. La quantità di titolante consumato dal campione è utilizzato perquantificare il livello di carica (anionic o cationica) presente nel processo. Il risultato, dato in termini di Domanda di Carica OnLine, può essere utilizzato per controllare in maniera efficace l’aggiunta di additivi cationici (amido, polimeri, coagulanti, etc.) per stabilizzare le variazioni delle cariche. Ridurre o addirittura eliminare la variabilità della carica on-line stabilizza la parte umida ed aiuta a ottimizzare e ridurre i tassi di dosaggio di  additivi costosi ed inoltre aumenta la qualità della carta.

Benefici dell’analizzatore di carica per laboratorio 

  • LabTrac – software per estrarre ed analizzare i dati della titulazione
  • Un touch-screet user-friendly
  • Volume del campione può andare da 10-200 ml, questo offre maggiore precisione
  • Contenitore robusto che permette facilità di spostamento, configurazione veloce, stabile sul tavolo di laboratorio
  • Sensore componibile per facilitare la pulizia e prevenire la corrosione
  • Semplice da interfacciare con i tritatori automatici
  • Controllo dell’amplificazione del segnale per migliorare i segnali di piccole dimensioni
  • Aggiustamenti della sensitività per campioni con alta conducibilità
  • Taratura dello zero per personalizzare i gruppi di dati

 

Vantaggio del misuratore di carica in linea

  • Ottimizzare la parte umida del processo
  • Quantificare i livelli di  “Spazzatura anionica”
  • Identifica le sorgenti di  perturbazioni delle cariche
  • Controlla le perturbazioni delle cariche
  • Migliora la ritenzione al primo passaggio
  • Stabilizza la consistenza dell’acqua bianca
  • Assicura che il prodotto abbia qualità omogenee
  • Ottimizza l’alimentazione di polimero/coagulante
  • Migliora la produzione delle macchine

 

Principio della Streaming Current

Le celle di misura dell’analizzatore di carica ECA consistono in un pistone in Teflon che si muove in modo alternato in alto ed in basso all’interno di un sensore.  Le particelle e i materiali dissolti vengono attratti alla superfice del sensore dalle forze di Van Der Waals. Questa particelle sono circodante da contro ioni. Il movimento del pistone genera forze di sfregamento, che fanno si che i contro ioni migrino. Gli elettrodi nel sensore misurano il flusso di contro ioni, definito come corrente elettrica. La corrente viene analizzata elettricamente e mostrata su di un display touchscreen come  Streaming Current Value (SCV). Per la maggior parte dei campioni in una fabbrica di carta , il valore dello SCV sarà negativo, e questo indica  una carica netta del campione anionica.

Domanda di carica (Titolazione isoelettrica)

Il misuratore di carica ECA 2100 permette all’operatore di determinare la domanda di carica di un campione. La domanda di carica è quantificata aggiungendo un polimero con carica opposta al campione finchè il valore della SCV arriva a zero, che è definito come punto isoelettrico. L’aggiunta del polimero (o dell’additivo) può essere effettuata manualmente o attraverso titulazione automatica. Il valore della SCV può essere mostrato in funzione del tempo su di un touchscreen, sia sottoforma di un grafico o di una tabella di dati, questo aumenta la comprensione dell’operatore della titulazione in tempo reale.

 

Opzioni standard

  • Campionatura di tre punti di processo – campionatura di soluzioni dense (Fino al 5%)
  • Misura la carica e la domanda di carica
  • Sensori di pH e conduttività ottici
  • Due pompe per la titulazione, due contenitori di titulante da 8L
  • Manutenzione ridotta, miglior affidabilità
  • Controllo accesso web con tavoletta per il web
  • Connessione Ethernet
  • Analog/digital I/O’s

Applicazioni per l’analizzatore di carica per laboratorio e in linea 

  • Tessuti
  • Carta fine
  • Carte speciali
  • Carte ricoperte
  • Cartone
  • Carta da giornale